IASTM REVOLUTION – Le nuove lamine!

Il trattamento IASTM (instrument assisted soft tissue mobilization) sta entrando sempre di più negli studi professionali dei Fisioterapisti.

L’efficacia della mobilizzazione dei tessuti molli tramite strumenti  incontra in letteratura qualche studio ben condotto e qualche studio opinabile, il limite risiede soprattuto nella qualità degli studi e nella tipologia di tecnica esaminata, studi ben condotti non potranno che confermarne ulteriormente l’utilità. Sicuramente la Terapia manuale sui tessuti molli (storia bibliografica più ampia rispetto alIa tecnica IASTM) possiede studi di elevata qualità che ne confermano l’efficacia e le varie tecniche che utilizzano strumenti non fanno altro che riproporre tecniche manuali modificate in base allo strumento, con l’obiettivo di trasferire energia meccanica dalla mano allo strumento e dallo strumento al tessuto. Il sillogismo d’efficacia potrebbe essere presto fatto anche se rimarchiamo la necessità di studi più approfonditi sulle tecniche che utilizzano strumenti per il trattamento dei tessuti molli.

La Fibrolisi meccanica® ha arricchito il suo set con attrezzi che possano essere il più possibile ergonomici e funzionali al risultato anche per le tecniche di scivolamento e pressione mantenuta.

Ma la domanda è: “Quando si utilizzano attrezzi  cosa fa la differenza nelle tecniche di scivolamento e pressione mantenuta?”

La differenza è data da:

  • manovrabilità (forma) dell’attrezzo che riduce la faticabilità della mano
  • capacità di scivolamento dell’attrezzo che riduce l’attrito e di conseguenza l’inutile frizione superficiale che disperde l’energia applicabile in profondità
  • la lamina, esistono angoli ideali di lamina che consentono una buona profondità di applicazioni della forza senza irritare il paziente

Queste tre caratteristiche portate al massimo dell’efficienza daranno un buon attrezzo. Ovviamente al netto di caratteristiche strumentali ideali la vera differenza è data dalla tecnica dell’operatore.

Qui non parleremo nel dettaglio delle caratteristiche tecniche ideali, che vanno misurate con appositi strumenti clinici (elettromiografo, ecografo etc.), per esigenze di copyright ma vi daremo un excursus dei nostri attrezzi dedicati alle tecniche di scivolamento e pressione mantenuta.

IASTM

IASTM by Mechanical Fibrolysis™

Il set completo è composto da sei lamine ognuna con forme diverse per adattarsi a diversi distretti, per fornire la leva migliore all’operatore e ridurre la faticabilità della mano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lamina 1 dedicata prevalentemente al trattamento delle grosse logge fasciali consente un buon braccio di leva su grosse strutture ma una scarsa precisione nella manovra. Possiede una elevata efficacia nelle tecniche di scivolamento su zone ampie.

IASTM

IASTM by Mechanical Fibrolysis™-Lamina 1

Lamina 2 per trattare il dettaglio fasciale già preparato con  la lamina 1.

IASTM

Iastm by Mechanical Fibrolysis™- Lamina 2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lamina 3 per trattare con precisione il distretto cervicale, PAPE/PAPI, rotula, fascia del piede e della mano.

 

IASTM

IASTM by Mechanical Fibrolysis™-Lamina 3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lamina 4 per sostenere il più possibile l’indice nelle tecniche di precisione, lavorare nel dettaglio sulla colonna, raggiungere senza fatica le piccole strutture tendinee e gli interstizi articolari.

IASTM

IASTM by Mechanical Fibrolysis™- Lamina 4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lamina 5 per trattare la colonna vertebrale con discreta precisione e media forza, consente manovrabilità su aree piccole e medie ma bracci di leva modesti (maggiori rispetto alla lamina 4).

IASTM

IASTM by Mechanical Fibrolysis™- Lamina 5

La lamina 6 consente applicazioni su aree vaste della colonna dorso lombare, l’ampia lamina curva viene ospitata in maniera confortevole in una mano ma contestualmente consente un approccio fasciale ampio. La punta smussa può consentire un rapido passaggio nel dettaglio anche se per tecniche di precisione consigliamo sempre le lamine 2/5. La lunga lamina curva lo rende un buono strumento per le tecniche compartimentali su grosse logge fasciali (quadricipite, tricipite della sura etc.).

IASTM

IASTM by Mechanical Fibrolysis™


Translate »